22 febbraio 2009

DOCUMENTO DEL DIRETTIVO REGIONALE DEL PARTITO SOCIALISTA -20 FEBBRAIO 2009-

Il direttivo regionale del partito socialista

Guarda con preoccupazione alla grave crisi, pur prevista dai socialisti, del Partito Democratico che interessa non solo quel partito ma l’intera sinistra;
Incoraggia, il tentativo del segretario nazionale Nencini volto a costituire un’alleanza per una lista visibilmente socialista che possa partecipare alle elezioni europee, oltre che con la fondata aspettativa di concorrere ad eleggere rappresentanti che rappresentino il nostro Paese nel Gruppo del Partito socialista europeo, ma anche di avviare un percorso nuovo per riaffermare la presenza del socialismo italiano nelle istituzioni nazionali;
guarda con pari interesse all’esperienza avviata dal presidente Nichi Vendola, soprattutto se sarà in grado di aprirsi concretamente e stabilire alleanze efficaci con l’aera delle forze riformatrici della sinistra di governo;
impegna la Segreteria regionale ad attivarsi con concretezza:
· affinchè nella prossima competizione elettorale amministrativa il Partito sia presente con il suo simbolo dovunque possibile in un quadro di alleanze di centro sinistra;
· affinchè il metodo del tavolo aperto con i partiti della coalizione di centro sinistra, colto a riconfermare l’attualità e la stabilità politica di quell’alleanza, sia definitivamente applicazione sull’intero territorio regionale, superando per sempre tentazioni egemoniche o discriminatorie in particolare del PD verso i socialisti e la conseguente frantumazione del centro sinistra;
· perché in questo scorcio di legislatura il Governo della Regione Puglia sia seriamente impegnato, più che su sterili conflitti all’interno dei partiti della coalizione, nel completare il programma di governo concordato nel 2005, del quale la modifica da parte del Consiglio regionale della norma dello Statuto che impone lo sbarramento già a partire dal 2010 era punto concordato e condiviso;
· perché si apra un approfondimento sereno sui punti di crisi del Governo della Regione a partire dalla sanità, quello che desta maggiori preoccupazioni in relazione ai deficit e conseguenti difficoltà di corrispondere ai bisogni della gente.
. auspica fermamente che il Partito a tutti i livelli inauguri una stagione di elaborazione di idee e di approfondimenti culturali e politici - a partire da nuovo welfare, meridionalismo e federalismo - come unico percorso possibile – di là da quello meramente identitario – per partecipare attivamente al superamento della crisi della sinistra anche nella regione Puglia.
Bari 20 febbraio 2009