8 maggio 2009

Voti dispersi quelli al Pd.


Quando Franceschini parla di voto utile dice una grande bugia perché dimentica di spiegare che gli elettori sono chiamati a rinnovare il Parlamento di Strasburgo, dove, per contrastare la destra, occorre per prima cosa rafforzare il partito socialista. E’ vero insomma esattamente il contrario perché è proprio chi vota per il Partito democratico che rischia di disperdere il suo voto, visto che solo una parte di quegli eletti andrà a iscriversi al gruppo del Pse. Inoltre il segretario del Pd, facendo la guerra a ‘Sinistra e Libertà’, l’unica lista riformista di sinistra, commette gli stessi errori di Veltroni, che negò l’apparentamento al Partito socialista e lo diede invece a Di Pietro. Quella strada ha portato alla caduta del governo Prodi e alla estromissione di tutta la sinistra dal Parlamento con la vittoria di Berlusconi. Franceschini ci pensi bene perché la costruzione dell’unica alternativa possibile di opposizione alla destra passa necessariamente attraverso un rafforzamento della sinistra riformista e non per la sua cancellazione.