16 novembre 2007

L'incontro di Giovedì 15 a Polignano

Polignano rilancia le sue aspirazioni di libertà e di giustizia sociale con l'identità socialista.

Coordinato da due giovani trentenni Antonio Pacelli e Carmen Centrone si sono messi a confronto le varie espressioni del socialismo di Polignano con i giovani nel processo costituente per il Socialismo del futuro.

Numerosi i partecipanti, che hanno fatto la storia del Socialismo a Polignano, ma anche tanti giovani, che hanno espresso una evidente determinazione ad un forte necessità di ripresa politica a Polignano per rilanciare le aspettative di futuro della propria città, che allo stato "galleggia" nell'indifferenza delle istituzioni comunali.

video


Emblematica la forte spinta ideale ed unitaria che è venuta dall'assemblea dei Socialisti sulla necessità di riprendere le antiche battaglie per il Lavoro e per la difesa dei più deboli, all'interno di una spinta riformatrice e del rilancio di valori etici, sociali ed economici.

Alla "nuovo inizio" del Socialismo di Polignano, come lo ha chiamato Onofrio Introna, assessore regionale socialista, nel suo intervento conclusivo, è seguita la nomina di un coordinamento locale impegnato nella Costituente unitaria che i giovani Antonio e Carmen avranno il compito di indirizzare nel confronto non solo con tutti i socialisti ma con tutta la cittadinanza di Polignano. Infatti è emerso con chiarezza che il nuovo processo politico dei socialisti non nasce da una operazione di vertice, ma, come illustrato da Tommaso Minervini, coordinatore provinciale della Costituente barese, nel suo intervento introduttivo, è dalla base dalle comunità locali che deve organizzarsi e salire la spinta valoriale e programmatica del Socialismo dei cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento